Storie: a Pirandello

Un profondo e bellissimo omaggio a Luigi Pirandello scritto in versi dal nostro Getano Messineo

Leggere è come viaggiare

restando immobili su una poltrona a gambe incrociate

da fermo si può camminare

volare nel cielo toccare le stelle

o

To web cam confrence recieved – few.

sprofondare nel mare.

E chiusa una storia ti viene la voglia

di ricominciare, di conoscere altre persone

che sembrano solo stampate su un foglio

ma in realtà sono vere.

 

Cercalo in Mattia Pascal

come si fa a viver due vite

avendone solo una a disposizione

Cercalo in Vitangelo Moscarda

quanto possedere non è nulla

e quanto ci si può sentire vuoti

a voler cercare un motivo

voler trovare il motivo

per consumare la vita

 

Leggere è come danzare

muovendosi fermi fra note inesplorate seppur silenziose

sulle punte si può ballare

cambiando compagno dopo solo un minuto

o da soli ondeggiare

e chiusa una danza ti viene la voglia

di ricominciare, su note diverse

che sembrano scritte a parole

ma in realtà sono cantate.

 

Cercalo nel signor Ponza

come si può credere nella realtà

che poi non è mai unica.

Cercalo in Lamberto Laudisi

quanto la Verità è un’illusione

e quanto il pregiudizio è un ossessione

e che la ricerca del vero

del vero assoluto

è pura finzione.

 

Leggere è un poco sognare

tenendo accesa una luce nel buio

è come un teatro vuoto

dove sei il pubblico e l’attore.

 

Immagine in evidenza: https://it.pinterest.com/pin/217720963205452308/