Storie: lasciate un’orma, voi ch’entrate!

villapirandello-staff

Sarebbe lunga la storia. Ci vorrebbe un bel po’ per narrarne gli avvicendamenti, i ripensamenti, gli ostacoli, gli abbandoni parziali; I “si, ora iniziamo” e i “ partiamo dal prossimo mese”. Così come sarebbe complicato descrivere l’emozione, la voglia, l’adrenalina, le voci e tutte le idee volate nella pause caffè dove raramente si parlava d’altro. E sarebbe complicato soprattutto farvi capire come ci siamo arrivati. Come è stato possibile che in una Villa-Hotel nel centro di Roma si siano ritrovati a lavorare nel giro di due anni tutti giovani ragazzi con una passione chiusa in valigia, trasbordata in giro per l’Europa, nell’attesa di essere vissuta. E di come sia stato possibile per tutti noi iniziare a viverla proprio qui, a Villa Pirandello. Sarebbe bello raccontarvi la storia di ognuno di noi, descrivere le strade e le avventure che ci hanno sospinti a varcare la soglia di quella che, a breve, sarebbe diventata una seconda amatissima casa. Per il momento vi dirò solo di qualche  piccolo vanto:

Una brasiliana esilarante ed eccezionale, con il vizio del viaggio e un’insuperabile talento nel far sentire i nostri ospiti a casa propria, Lucy; un artista formidabile, anche lui sempre con la valigia in mano e pronto a dipingere e ad arricchire la villa con la propria creatività, Nicola; un responsabile di staff amante della letteratura, pittura, fotografia e che in sede di colloquio chiede ai candidati: ti piace scrivere/dipingere/fotografare?, Danilo; un altro receptionist con la malattia della musica, che prepara play-list ad hoc per ogni momento della giornata,Gabriele; due “umaniste”, sempre con la penna in mano, che leggono i libri, selezionano i quadri, ascoltano i musicisti per le serate culturali della villa, Jlenia e Celeste; una dolce barista con la passione per la fotografia e pronta a curare ogni dettaglio per un risveglio indimenticabile, Veronica; un custode geniale, pittore, il re dell’ospitalità,Said. E gli amici e collaboratori che gravitano intorno a Villa Pirandello, anche loro rapiti dall’atmosfera surreale e quasi miracolosa che si è creata, che ci danno idee e ci aiutano nella realizzazione di video, locandine, eventi e ci spronano a continuare in questa avventura. Forti di questa spinta, trasportati dalla passione e forse anche da incoscienza ed ingenuità, oggi iniziamo il blog “Orme”. Per lasciare impronte, per dirvi chi siamo noi e cosa pensiamo sia Roma. Per offrire a viandanti, forestieri, turisti e viaggiatori qualcosa di più di un Hotel in cui soggiornare; per creare un approdo sicuro in cui far respirare la vera cultura romana e insieme italiana, per farvene conoscere quante più sfumature possibili, per fare in modo che il vostro ed il nostro non sia un semplice e bellissimo viaggio, ma anche e soprattutto una nuova avventura. Con la speranza che seguendo le nostre “orme”, possiate perdervi e raccontarci nuove strade.