piano
Raccontando Roma: mini tour!

Un tour alternativo ed interessante per gli amanti dell’architettura contemporanea e per chi vuole conoscere il nuovo volto di Roma

Ammiriamo il nostro passato, la monumentale eleganza di ciò che ci siamo ritrovati, fortunatamente, nel nostro presente. Consigliamo, giustamente, itinerari sulle orme dell’antichita’ e spesso ci stupiamo di non saper indicare dove si trovi il “nuovo”. Per quanto non faccia ancora parte della nostro panorama culturale, la Capitale vanta di un cosiderevole numero di opere dell’ architettura contemporanea degne di nota. Partiamo allora per il nostro minitour futuristico!

Partenza da Villa Pirandello: Prendete il 90 dalla fermata Torlonia/Nomentana, scendete a Termini e prendete la metro A in direzione Battistini, dopo 4 fermate scendere a Flaminio. Da qui autobus n° 230 “Viterbo Montebello” per 2 fermate e scendete ad Acqua Acetosa. A 200 metri c’è la prima tappa del nostro Tour!

LA MOSCHEA
terminata nel 1993, nata dalla collaborazione dei gruppi di Paolo Portoghesi e Vittorio Gigliotti con l’iracheno Savi Mousawi, e’ la piu’ grande moschea del mondo non islamico. Se l’esterno ricerca il dialogo con la zona residenziale in cui e’ ubicata, l’interno e’ piu’ tipicamente della tradizione musulmana. Non cheapest cialis prices lontana dall’Auditorium, e’ uno dei primi esempi di architettura contemporanea romana degno di nota!

moschea

Una volta terminata la visita alla Moschea si riparte in direzione Auditorium: dalla fermata Acqua Acetosa riprendere la linea 230 in direzione Flaminio per una sola fermata. Recarsi alla fermata San’Euclide e prendere il 910 (Mancini) per tre fermate. A 200 metri c’è il capolavoro di Piano!

L’AUDITORIUM
“Quando mi chiedono com sara’ la citta’ del futuro io rispondo: Spero come quella del passato”. Renzo Piano nel 2002 regala a Roma un capolavoro architettonico e ingegneristico, perfettamente in linea con il suo pensiero. Proseguire nello sviluppo architettonico cercando un dialogo con il preesistentee con le tecniche tradizionali. Ne viene fuori una struttura bellissima, perfetta per ospitare eventti di ogni tipo ed in particolare musicali, vista la perfetta acustica. Vi consgilimo di informarvi sul cartellone dell’Auditorium e organizzare il vostro viaggio romano prevedendo una serata nel nuovo simbolo della Roma contemporanea!

Auditorium Roma

Rimanendo in ambito museale, una piacevole passeggiata di 650 metri, superando l’incrocio con via Flaminia, vi porterà al nuovo, futuristico Museo d’arte contemporanea romana:

MAXXI
Opera della famosissima Zaha Hadid, e’ il nuovo polo museale tra Via Guido Reni e Via Masaccio. Discordi i pareri http://www.museomix.org/dako/best-price-cialis-online/ sull’immenso edificio: c’e’ chi lo trova fascinoso e sensato e chi non lo comprende affatto. Un dato e’ certo: ha ridisegnato e modificato una parte Roma, rendendola notevolemte conteporanea e ospita mostre di grande importanza. Dal 2010 e’ divenuto un nuovo “centro culturale”, in cui passare intense giornate nella piazza antistante, in un’atmosfera sicuramente stimolante.

maxxi Roma

Dopo tanta contemporaneità si fa un piccolo passo indietro, ricercando la perfetta miscela tra l’antichissimo e il presente. Ci riavviciniamo al centro prendendo il Numero 2 “Flaminio” dalla fermata Flaminia/Reni. Dpo 5 fermate si scende a Flaminio e una bellissima passeggiata di 750 metri vi porterà all’ultima tappa del nostro minitour!

IL MUSEO DELL’ARA PACIS
E’ il gioiello di Richard Meier, concluso nel 2006. Il progetto di rara intelligenza, e’ il perfetto connubio tra recupero e tutela del passato e innovazione. Diventa sempre piu’ raro venire a Roma e non visitarlo. Mentre la grande teca in vetro protegge e mostra gli straordinari resti Archeologici dell’Altare della Patria, costruito per volontà di Auguto e inaugurato nel 9 A.C. , l’Area Museale ospita mostre di grande rilievo, con allestimenti ben curati e ottima fruibilita’. La posizione centrale sulle sponde del Tevere lo rende luogo d’eccezione!

Ara Pacis

Immagine in evodenza: Parco della Musica Auditorium Rome, Italy, 1994/2002, Renzo Piano