Van Gogh Train station
Alla prossima fermata!

Ci sono due cose a cui non so resistere: I viaggi e i libri.

Ma più di tutto i libri. che sono viaggi essi stessi. Quanti viaggi stiamo facendo in questo momento. Verso un’affermazione professionale, una ricerca sporituale. Il viaggio da malattia a gurigione. Viaggiamo tutti.

A volte però ci sembra di essere fermi. E’ come un’illusione, quando guardi dal finestrino del treno e ti sembra di essere fermo. Vedi scorrere il paesaggio. Alcuni pensano di essere fermi, ma è solo un gioco di prospettive.

Mi chiedo allora se vale la pena, a volte, di scendere dal treno una fermata prima della nostra…giusto per far vedere agli altri che ci sono più opzioni, fermate, indicando l’uscita.

La creatività è il mezzo di trasporto più grande, perchè permette di mettere in moto tutti gli altri viaggi: immaginari, reali, a piedi, su una nave pirata.

Ora scusate ma devo scendere…non è la mia fermata, ma penso di avervi incuriosito a sufficienza riguardo al mio viaggio.

Ho scritto poco della mia storia?

Riprendiamo il viaggio e alla prossima fermata ci racconteremo qualcisa in più.

Angelo F. (25/05/2016)